Author: Admin

News

È convocata l’assemblea ordinaria delle socie e dei soci del comitato Arcigay Bat “Le Mine Vaganti” che si terrà il 31 marzo 2019 presso la sede del comitato a Trani, in via Umberto I 273, in prima convocazione alle ore 18:30 ed in seconda convocazione alle ore 19:30.

Sì ricorda che possono prendere parte al voto tutt* i/le soci* in regola con il versamento della quota associativa. In occasione del congresso saranno discussi e votati:

  1. Presentazione, Discussione e Approvazione del Bilancio 2019
  2. Bilancio Sociale del Comitato e Linee Programmatiche 2020 

Il Presidente
Il Consiglio Direttivo

Read the rest

Eventi

L’appuntamento è dedicato in particolare a responsabili, referenti, volontarie e volontari dei gruppi scuola dei territori pugliesi, ma la partecipazione non é esclusa a priori ad altri territori limitrofi.

Questo evento è pensato come una importantissima occasione per mettere in rete i gruppi scuola dei territori vicini con l’obiettivo di conoscersi, confrontarsi e scambiarsi buone pratiche. Un modo per far crescere il settore scuola ragionando sugli obiettivi comuni e le attività da realizzare.

ISCRIZIONE
Per meglio organizzare la logistica della giornata è richiesta la compilazione di quest form online entro e non oltre le ore 12:00 del 24 gennaio 2020: https://forms.gle/FGdSJWvD4xxCRiSk8

COSA PORTARE CON SÉ
Siete invitat* a portare con voi materiale del vostro gruppo scuola da condividere durante la giornata con le altre persone. Chiaramente non dimenticatevi a casa la favolosità e la voglia di far rete.

CONTATTI
Per qualsiasi informazione potete contattare:
Shamar Droghetti (Responsabile Scuola Arcigay – Associazione LGBTI+ Italiana): 345 983 4179shamar.droghetti@arcigay.it

Evento Facebook

Read the rest

Eventi

In occasione della conclusione del dodicesimo corso di formazione docenti in “Educazione alle Differenze e Prevenzione del Bullismo a Sfondo Omo/Transfobico e della Violenza per Orientamento Sessuale ed Identità di Genere”, il primo ad essere ospitato in un Istituto Scolastico della Città di Bitonto, il Comitato Territoriale Arcigay Bari e il Comitato Territoriale Arcigay BAT – insieme al Centro Antiviolenza “Io Sono Mia” di Bitonto, ai comitati territoriali AGEDO BARI e AGEDO BAT – ed all’Istituto Comprensivo “Modugno Rutigliano Rogadeo” organizzano un convegno di presentazione dei risultati.

Interverranno:

Dott. Michele Abbaticchio – Sindaco di Bitonto in rappresentanza dell’Amministrazione Comunale
Dott.ssa Marina Salierno – Assessora all’Istruzione del Comune di Bitonto
Dott.ssa Marianna Legista – Assessora alle Pari Opportunità del Comune di Bitonto
Prof. Michele Bonasia – Dirigente Scolastico dell’Istituto Comprensivo “Modugno Rutigliano Rogadeo”
Prof. Alessandro Taurino – Docente di Psicologia Clinica c/o l’Università di Bari
Dott.ssa Claudia Abbatantuono – C.A.V. “Io sono mia”
Luciano Lopopolo – Presidente Nazionale di Arcigay
Shamar Droghetti  – Responsabile Scuola di Arcigay

L’incontro si terrà presso la Biblioteca Comunale Museo Civico Eustachio Rogadeo a Bitonto, a partire dalle 17:30 di venerdì 24 Gennaio 2020.

PDF manifestoEvento Facebook 

Read the rest

News

“I progetti Scuola di “Educazione alle Differenze” sono tra le iniziative di cui sicuramente siamo più fieri: alunni e docenti delle scuole superiori delle Province BAT e Bari, grazie alla collaborazione tra Arcigay BAT, Arcigay Bari, Agedo BAT e Agedo Bari e alla sensibilità dei dirigenti scolastici, hanno potuto assistere e partecipare attivamente a una vera e propria scuola di conoscenza e rispetto delle differenze”

commenta entusiasta il presidente di Arcigay BAT “Le Mine Vaganti”, Gianluca Caruolo, il 2019 del sodalizio da lui coordinato.

“Un 2019 intenso che ci ha visto operativi su tutto il territorio provinciale e non solo. E sono ancora tante le richieste di formazione provenienti da istituti scolastici anche grazie al lavoro di Marino Porta, referente dei progetti, di Luciano Lopopolo, presidente nazionale Arcigay, e di Titti Merafina, componente del direttivo”.

“Altri fiori all’occhiello di Arcigay BAT sono le formazioni Silver Rainbow, avviate a fine 2019 e ancora in corso, rivolte ad adulti e alla terza età, poi ancora i progetti volti a formare facilitatrici dal titolo ‘Femminili Plurali Regolari’. Abbiamo poi ospitato, grazie al componente Riccardo Cannone, un regista e un musicista in una serata che ha legato socialità e cultura. Abbiamo anche organizzato la presentazione del libro del ricercatore in Psicologia Clinica presso l’Università degli Studi di Bari, Alessandro Taurino, al centro commerciale Mongolfiera dove si è parlato di omogenitorialità e di omofobia in Italia. Abbiamo preso in carico diversi casi presso i nostri sportelli come quello di un ragazzo di Barletta vittima di omofobia

Read the rest

Eventi

Il progetto Silver Rainbow nasce dall’esigenza di favorire l’inclusione delle persone LGBT di terza e quarta età, una fascia di popolazione che è più a rischio di discriminazione ed esclusione sociale a causa del doppio stigma che li caratterizza ovvero la condizione LGBT e l’età avanzata.

La formazione “I Colori dell’Età: Prospettive e Azioni Locali di Inclusione e Dialogo Intergenerazionale” si svolgerà sabato 4 Gennaio 2020 presso la sede di Arcigay BAT a Trani in via Umberto I, 273.

Per partecipare basta prendere contatto con noi scrivendoci all’indirizzo email bat@arcigay.it.

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA – SABATO 4 GENNAIO 2020

Dalle ore 09 alle ore 13
– Modulo I: Presentazione del progetto e degli obiettivi
– Modulo II: I bisogni della popolazione 50+: Empathy Map

Dalle ore 15 alle ore 19
– Modulo III: Indagine sulla popolazione 50+ LGBTI
– Modulo IV: Azioni e pratiche di inclusione: Project Work

IL PROGETTO
L’intervento formativo intende affrontare il tema dell’inclusione delle persone over 55 LGBTI coinvolgendo gli/le attivist* e i/le volontar* che fanno parte dei comitati locali, lavorando insieme su processi di non stigmatizzazione e giudizio delle persone adulte e grandi adulti.
Output sarà programmare eventi e attività locali, co-progettati e gestiti dagli stessi comitati locali, per favorire l’incontro tra mondi generazionali e la collaborazione locale con associazioni che non fanno parte del mondo LGBTI, come quello di Arci Pesca FISA, partner del progetto.

GLI OBIETTIVI
– aumentare la conoscenza, la capacità di accoglienza, riconoscimento e valorizzazione degli anziani LGBTI al fine di ridurre il rischio, anche inconsapevole e non esplicito, di discriminazione e isolamento;
– ridurre

Read the rest

Eventi

La libreria Prendi Luna Book & More di Bisceglie, in via Tupputi n. 15, ospiterà la presentazione del romanzo “La prima donna” (Morellini Editore) della scrittrice biscegliese Malusa Kosgran giovedì 19 dicembre alle 20:00.

Ambientato nella Città dei Pazzi e nel Paese delle Belle Donne negli anni Ottanta, il romanzo di Malusa racconta la condizione di Gabriele e il difficile transito che la porterà a diventare Gabriella.

Un romanzo raffinato che mette in luce le difficoltà fisiche ed emotive del cambio di sesso.

Malusa Kosgran, al suo terzo romanzo, ne La prima donna comincia con un conto alla rovescia: durante l’operazione che la consacra come la donna che dentro di sé sa di essere sempre stata, Gabry fantastica con la stessa intensità di quando tutti la chiamavano Gabriele: un bambino troppo timoroso e spaventato per capacitarsi della propria diversità e per accettare lo spirito libero e anticonformista di Enrico, il suo migliore amico. Ambientato in più paesi del sud Italia dagli anni Ottanta al 2010, La prima donna racconta difficoltà, asprezze e traguardi che toccano in sorte a chi decide di onorare la propria identità di genere. Imparare a perdonare e a perdonarsi, riuscendo a cambiare il finale agli incubi che ci perseguitano non è impossibile, se Wonder Woman ti prende per mano.

Interverranno, nel corso della serata, Luciano Lopopolo, presidente nazionale Arcigay, e Vanna Failli, vice presidente dell’Associazione T-Genus.

L’ingresso alla presentazione è libero e gratuito.

Fonte: Bisceglie24

Read the rest

Campagne Nazionali

Ogni giorno può capitare di essere testimoni di comportamenti o discorsi pieni di odio verso le persone lesbiche, gay, bisessuali e trans.
Dai luoghi di lavoro alla scuola, dal supermercato alla famiglia, milioni di persone vedono episodi di discriminazione o ascoltano discorsi carichi di offese e disprezzo, talvolta mascherati da battute o scherzo, ma non per questo meno dolorosi per coloro che li subiscono.

L’indifferenza delle persone perbene è la più grande alleata dell’odio.
Se assisti a episodi di violenza fisica o verbale, non fare finta di non vedere o di non sentire, non ti voltare dall’altra parte.
Intervieni e manifesta il tuo dissenso verso queste ingiustizie.

Combattere le discriminazioni che altre persone subiscono per il loro orientamento sessuale o per la loro identità di genere dipende anche da te.
La costruzione di un mondo più inclusivo e più giusto è un dovere di tutt*.

MOSTRA IL TUO SOSTEGNO:

In occasione dell’International Day Against Homophobia, Biphobia, Intersexism and Transphobia #IDAHOBIT utilizza le nostre cornici profilo Facebook per dire al mondo “IO NON RESTO INDIFFERENTE. Combatto l’omofobia, la bifobia, la transfobia”. Dai un segnale forte e visibile del tuo impegno contro le discriminazioni per orientamento sessuale e identità di genere.

Fonte: arcigay.it

OMOTRANSFOBIA, 187 CASI NEL REPORT 2019 DI ARCIGAY. PIAZZONI: “IMPENNATA DRAMMATICA SU CUI LA POLITICA HA EVIDENTI RESPONSABILITÀ

Persone LGBTI picchiate, derise, discriminate, vittime di ricatto, insultate e in molti casi bersaglio di una deliberata campagna d’odio da parte di forze politiche e gruppi neofascisti: il ritratto che emerge dal report 2019 dei casi di omotransfobia, notiziati dal 17 maggio 2018 a oggi, è impietoso.

Read the rest

Campagne Nazionali

Il lavoro occupa una parte importante della nostro tempo e quindi della nostra vita. Il luogo di lavoro è un contenitore di relazione,di dinamiche interpersonali e sociali. Per questo è necessario che i luoghi di lavoro siano spazi sicuri, accoglienti ed inclusivi.

Da queste premesse nasce la Campagna nazionale di Arcigay per i diritti e la visibilità delle persone Lgbti+ sui luoghi di lavoro “Te l’ho mai detto?”
In prossimità del 1 maggio, festa dei lavoratori, si è ritenuto doveroso porre l’attenzione sull’importanza che assume, per le persone lgbti+, lavorare in contesti non discriminanti, nei quali sentirsi liberi e sicuri di narrare e agire il proprio orientamento sessuale e la propria identità di genere. La visibilità diventa lo strumento di affermazione di diritti e di decostruzione di pregiudizi.
Sei professionist* sono i protagonist* degli scatti del fotografo Giuseppe Gradella che ha scelto i luoghi di lavoro dei propri soggetti per raccontare l’importanza, per il benessere del lavoratore, di non nascondere la propria dimensione affettiva e sessuale, la propria identità di genere e come questo possa avere ricadute positive sulla propria professionalità.
 
La Campagna nazionale per i diritti e la visibilità delle persone Lgbti+ sui luoghi di lavoro “Te l’ho mai detto?” è il risultato dell’attività svolta, in questi mesi, dai componenti dell’area tematica Politiche per il Lavoro di Arcigay ed è stata ideata e realizzata dal comitato territoriale Arcigay Mantova che ha messo a disposizione le proprie professionalità, a titolo volontario.
 
Oltre alla campagna, Arcigay aderisce alla Manifestazione Nazionale del 1° Maggio Festa dei Lavoratori che quest’anno si svolge a Bologna alla presenza dei Segretari Generali
Read the rest

Campagne Nazionali

Campagna per la Giornata della visibilità lesbica (26 aprile 2019) a cura della Rete Donne di Arcigay.
 
Da sempre la soggettività lesbica è vittima di un processo di invisibilizzazione, stigmatizzazione e stereotipizzazione messo in atto – in modo strutturale e sistemico – dalla cultura dominante sessista, patriarcale e maschilista.

Le lesbiche non esistono nello spazio e nel discorso pubblico/politico e lo dimostra il fatto che, nel linguaggio come nella percezione comune, la parola “lesbica” è ancora considerata un insulto. “Riusciamo a essere maschilisti perfino nella discriminazione” ha scritto Claudio Rossi Marcelli, sottolineando come persino l’hate speech (discorso d’odio) in salsa gender, ci offra un vasto campionario di parole con le quali appellare gli uomini gay, denigrandoli, mentre se ne usa una soltanto per etichettare le donne che amano le donne, semplicemente come lesbiche.

La soggettività lesbica è definita per negazione. La retorica del “maschio mancato” è un chiaro esempio di narrazione che squalifica le donne lesbiche, posizionandole nel gradino più basso della scala sociale.

In un paese che trasforma le donne in bersaglio controllando i loro corpi, limitando la loro autodeterminazione, violando diritti e libertà acquisite, le lesbiche sono una minoranza nella minoranza che, vive sulla propria pelle, il doppio e triplo stigma di essere donne lesbiche e donne trans lesbiche.

Le ricerche mettono in luce come sia più difficile per le lesbiche, essere visibili. La scelta di relegare la propria omosessualità ad una sfera individuale e privata che nella relazione di coppia trova una zona di confort, è troppo spesso dettata dalla paura. Paura di essere insultate, derise, sminuite. Di perdere lavoro ed opportunità.

Read the rest

Campagne Nazionali

La Giornata internazionale della visibilità per transgender è un evento dedicato alla celebrazione delle persone transgender e alla sensibilizzazione in merito alle discriminazioni subite dalle persone transgender in tutto il mondo. La giornata è stata fondata dall’attivista transgender statunitense Rachel Crandall of Michigan nel 2009 come reazione alla mancanza di festivitàche riconoscesse e celebrasse i membri viventi della comunità transgender.

Il 31 marzo 2009 si è tenuto il primo International Transgender Day of Visibility. Da allora è stato guidato dall’organizzazione per la difesa dei giovani con sede negli Stati Uniti, Trans Student Educational Resources.

Nel 2015, molte persone transgender hanno partecipato a una campagna di social media online su siti Web tra cui Facebook, Twitter, Tumblr e Instagram. I partecipanti hanno postato autoscatti, storie personali e statistiche relative alle questioni transgender e ad altri contenuti correlati per aumentare la consapevolezza e aumentare la visibilità.

Arcigay ha deciso di esserci anche quest’anno con una campagna che rispondesse alla domanda: Cosa è per Te la visibilità?
E’ quindi con orgoglio, coraggio e determinazione che tante persone T ( appartenenti ad Arcigay e non) si sono fotografate ed hanno risposto alla domanda dando un pluri significato alla Giornata a cominciare da #ioesisto.

Fonte: arcigay.it

Read the rest
Le Mine Vaganti